Regione Veneto

Polizia Locale: incremento delle attività

Pubblicato il 2 ottobre 2018 • Sicurezza

Polizia Locale, incremento delle attivita’: confermata la pattuglia di pronto intervento anche nelle zone periferiche per i mesi invernali e nuovi corsi di formazione qualificanti per gli operatori

Il comando di Polizia Locale del Portogruarese è a tutti gli effetti un comando unico, che serve una popolazione di circa 42 mila abitanti, e un territorio che comprende Portogruaro, Concordia Sagittaria, Gruaro, Cinto Caomaggiore e Teglio Veneto. Consta di 21 operatori divisi in 2 turni lavorativi e presenti 7 giorni su 7, tutti i giorni dell’anno. Il Comune capofila, Portogruaro, oltre a garantire la sede logistica – ossia il Comando, sito in Borgo Sant’Agnese, nella nuova sede e inaugurato nel mese di dicembre 2017 – mette a disposizione degli altri Comuni il proprio personale specializzato nelle varie materie di competenza: vigilanza ambientale, edilizia, ecologia, vigilanza di polizia commerciale, polizia stradale e nucleo infortunistico. Grazie alla costituzione del Comando unico, e alla condivisione di attrezzature e mezzi di servizio, anche gli altri Comuni facenti parte della convenzione riescono ad avere un servizio di qualità per quello che riguarda la vigilanza.

Anche per i prossimi mesi invernali è stata confermata la presenza quotidiana della pattuglia di Pronto Intervento, che nelle ore serali, come nel 2017, si occuperà dell’attività di controllo e prevenzione degli episodi di microcriminalità e furti nelle abitazioni. Il servizio prevede un pattugliamento anche nelle zone periferiche e nei quartieri. La presenza di una vigilanza costante ha permesso negli scorsi giorni ad una pattuglia della Polizia Locale di intervenire prontamente dopo un borseggio riuscendo ad intercettare e bloccare gli autori di un furto e collaborando così al loro arresto.

A breve, inoltre, saranno avviati nuovi corsi di formazione qualificanti per gli operatori della sede di Portogruaro, possibili anche grazie all’accordo tra Polizia Locale e Città Metropolitana.

Si parlerà ad esempio di abbandono e smaltimenti rifiuti, di modulistica univoca per le contestazioni nell’ottica di creare una rete per lo scambio di informazioni celere e immediato tra i comandi, di rilevamento degli incidenti stradali.

Un’attività specifica di formazione riguarderà proprio i sinistri stradali e sarà gestita da un docente già operatore inserito per lungo tempo nella squadra infortunistica della Polizia Locale di Padova. La formazione avrà un carattere teorico e pratico, e sarà di ingente importanza per un polo come quello del Portogruarese che rileva all’incirca 260 sinistri stradali all’anno.