Regione Veneto

Campanile di Portogruaro, al via gli interventi

Pubblicato il 25 ottobre 2018 • Opere Via Roma, 30026 Portogruaro VE, Italia

Campanile di Portogruaro, al via gli interventi. il Sindaco Senatore: “un importante risultato per la Città e un traguardo della nostra Amministrazione”

L’Amministrazione di Portogruaro rende noto che il prossimo mercoledì 31 ottobre 2018 prenderà avvio l’intervento di somma urgenza per la realizzazione della struttura provvisoria di confinamento della compagine muraria del Campanile del Duomo di Sant’Andrea Apostolo in Piazza Duomo a Portogruaro. Fin dal suo insediamento, già dal luglio 2015, l’Amministrazione ha avviato numerose attività volte ad ottenere il finanziamento per la sistemazione del campanile stesso.

Il sindaco Maria Teresa Senatore coglie l’occasione per ringraziare gli Enti e tutti coloro che, in stretta collaborazione con l’Amministrazione, hanno contribuito a “ottenere questo risultato per la città di Portogruaro a tutela dell’incolumità dei cittadini, per il quale questa Amministrazione ha lavorato fin dal suo insediamento nel 2015”.

I lavori che saranno avviati sono volti allo studio e all’analisi del fenomeno di schiacciamento in atto. Questo intervento, preliminare a quello di consolidamento della struttura che garantirà la stabilità della torre in futuro, è urgente in quanto potrà permettere di valutare l’efficacia del sconfinamento e di definire la successiva strategia progettuale.

Il Ministero ha reso noto che, sulla base dei sopralluoghi svolti, della documentazione agli atti, dello stato di sofferenza in cui versano le strutture murarie, dagli esiti delle indagini diagnostiche effettuate sulle murature basamenti e dal sistema di monitoraggio continuo a distanza svolto dal Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Strutturale dell’Università degli Studi di Trento, sarà attivato un presidio di confinamento delle strutture murarie per analizzare e verificare la risposta della muratura alle sollecitazioni in esercizio, mediante la realizzazione di un intervento sperimentale per valutare gli effetti della precompressione su una porzione limitata del fusto.

Questo tipo di cantiere preliminare non prevede un’occupazione ingente di suolo pubblico, poiché prevedono all’esterno della torre, sui lati est e nord, il montaggio di ponteggi di forza in acciaio. Il monitoraggio continuo permetterà di evidenziare prontamente eventuali movimenti delle strutture e integrare se necessario con puntelli integrativi i ponteggi di forza.

L’amministrazione, nel prossimo periodo, incontrerà i cittadini per illustrare nel dettaglio l’intervento che verrà realizzato.