Regione Veneto

Chi deve Pagare (Tasi)

Ultima modifica 4 gennaio 2018

In via generale, la tassa sui servizi indivisibili è dovuta da chiunque possieda o detenga fabbricati (inclusa l'abitazione principale iscritta in categoria catastale A1, A8 o A9) ed aree edificabili.

Sono quindi esclusi dal tributo i terreni agricoli, le aree scoperte (purchè non operative) pertinenziali o accessorie ai locali imponibili e le aree comuni condominiali che non siano detenute od occupate in via esclusiva.

In caso di pluralità di possessori o detentori, essi sono tenuti in solido all'adempimento dell'unica obbligazione tributaria.

In caso di locazione finanziaria la tassa è dovuta dal locatario dalla data di stipulazione e per tutta la durata del contratto ossia, fino alla data di riconsegna del bene al locatore come comprovato dal verbale di riconsegna.

In caso di detenzione temporanea di durata non superiore ai 6 mesi nel corso dello stesso anno solare, il tributo è dovuto soltanto dal possessore dei locali o delle aree a titolo di diritto di proprietà, usufrutto, uso, abitazione e superficie.

Nel caso in cui l'unità immobiliare è occupata da un soggetto diverso dal titolare del diritto reale sul bene, la tassa, in base alla disposizione regolamentare, deve essere così ripartira:

- il 10% della Tasi viene versata dall'occupante;
- il 90% della Tasi viene versata dal titolare del diritto reale.
(disposizione che, al momento, per il Comune di Portogruaro trova applicazione solo in casi particolari relativi ai fabbricati rurali strumentali)

Il mese nel quale il possesso si è protratto per almeno 15 giorni viene considerato per intero.

Per maggiori dettagli su quanto adottato dal Comune di Portogruaro, consulta la pagina "Aliquote, detrazioni ed esclusioni".